Bando per l’internazionalizzazione delle pmi mantovane: fino a 5 mila euro a fondo perduto

 Bando per l'internazionalizzazione delle pmi mantovane

Per incentivare l’internazionalizzazione delle imprese mantovane e favorire così la crescita del sistema economico locale, la Camera di Commercio di Mantova ha pubblicato un bando che prevede contributi a fondo perduto per consulenze, missioni e fiere internazionali.

Il bando per l’internazionalizzazione delle pmi mantovane può contare su uno stanziamento complessivo di 250.000 euro ed è suddiviso in 4 specifiche misure.

Misura A – Consulenze per l’internazionalizzazione

La misura agevola le spese per la consulenza e l’assistenza tecnica di un esperto in materia di sviluppo aziendale sui mercati esteri. Tale consulente dovrà essere individuato all’interno degli elenchi pubblicati sul sito della Camera di Commercio, ai quali sono iscritti anche i nostri export manager.

Le spese ammesse per le consulenze

  • Check up aziendale e redazione di un business plan per l’internazionalizzazione;
  • consulenze relative ad analisi di prodotto/settore per l’accesso a nuovi mercati o per migliorare il posizionamento aziendale;
  • consulenze su specifiche tematiche, tra cui: dogane e Intrastat, fiscalità internazionale, trasporti e Incoterms, contrattualistica internazionale, ricerche di mercato, studi di settore, marketing internazionale, marchi e brevetti.

L’entità del contributo

Il contributo massimo erogabile è di 2.000 euro a fondo perduto, a copertura del 50% delle spese ammesse, per investimenti di importo totale pari o superiore a 2.000 euro.

Scadenze

Le domande devono essere presentate in via telematica dalle 9.00 del 15 aprile alle 18.00 del 29 giugno 2019, tramite il portale Webtelemaco.

Misura B – Missioni e incontri b2b

La misura B prevede contributi per la partecipazione a percorsi di accompagnamento all’estero in forma individuale o in collettiva, comprese le missioni economiche e gli incontri b2b, organizzati dai soggetti iscritti negli elenchi pubblicati sul sito della Camera di Commercio.

Le spese ammesse per i percorsi di accompagnamento all’estero

Ricerca partner/consulenza tecnica, ricerche di mercato, check-up preliminari, preparazione profili aziendali e costi di partecipazione e interpretariato relativi a:

  • l’organizzazione di incontri b2b;
  • missioni economiche.

L’entità del contributo

Il contributo massimo erogabile è di 3.000 euro a fondo perduto, a copertura del 50% delle spese ammesse, per investimenti di importo totale pari o superiore a 2.000 euro.

Scadenze

Le domande devono essere presentate in via telematica dalle 9.00 del 15 aprile alle 18.00 del 31 luglio 2019,  tramite il portale Webtelemaco.

Misura C – Fiere all’estero

La misura C prevede la concessione di contributi per la partecipazione con stand aziendale a fiere all’estero.

Le spese ammesse per le manifestazioni fieristiche

  • Iscrizione e oneri fissi previsti dalla fiera;
  • iscrizione al catalogo della fiera;
  • noleggio area espositiva;
  • allestimento spazi espositivi;
  • servizi allo stand (pulizia, allacciamenti elettrici, ecc…);
  • servizi di traduzione ed interpretariato;
  • trasporto materiale espositivo (esclusi oneri doganali).

L’entità dei contributi

Il contributo massimo erogabile è di 3.000 euro a fondo perduto, a copertura del 50% delle spese ammesse, per investimenti di importo totale pari o superiore a 3.000 euro.

L’agevolazione è prevista per una sola manifestazione fieristica.

Scadenze

Le domande devono essere presentate in via telematica dalle 9.00 del 15 aprile alle 18.00 del 16 settembre 2019, tramite il portale Webtelemaco.

Misura D – Fiere in Italia

La misura D prevede contributi a fondo perduto per la partecipazione a manifestazioni internazionali che si svolgono in Italia, selezionate all’interno dell’elenco pubblicato sul sito www.regioni.it.

Le spese ammesse per le fiere in Italia

• Iscrizione e oneri fissi previsti dalla fiera;
• iscrizione al catalogo della fiera;
• noleggio area espositiva;
• allestimento degli spazi espositivi;
• servizi allo stand (pulizia, allacciamenti elettrici, ecc…);
• servizi di traduzione ed interpretariato;
• trasporto di materiale espositivo.

L’entità dei contributi

Il contributo massimo erogabile è di 2.000 euro a fondo perduto, a copertura del 50% delle spese ammesse, per investimenti di importo totale pari o superiore a 2.000 euro.

L’agevolazione è prevista per una sola manifestazione fieristica.

Scadenze

Le domande devono essere presentate in via telematica dalle 9.00 del 15 aprile alle 18.00 del 16 settembre 2019, tramite il portale Webtelemaco.

 

Il bando per l’internazionalizzazione delle pmi mantovane consente ad ogni impresa di presentare al massimo due richieste di contributo: una per la misura A e una, a scelta, tra le misure B, C e D.

 

Stai cercando un consulente per l’internazionalizzazione accreditato che ti aiuti a sviluppare il tuo business sui mercati esteri? Vuoi partecipare al bando e hai bisogno di supporto per la presentazione della domanda?
Scrivici a segreteria@exportpiu.it oppure contattaci al numero 370 3027189, ti spiegheremo come possiamo aiutarti!

FacebookTwitterLinkedInGoogle+EmailShare

Inserisci un commento